Chi sono

Classe ’71, ho attraversato le fasi della mia crescita con alcune costanti e una di queste abbraccia sicuramente l’interesse per il calpestamento e per le forme di schiacciamento in genere.
Interesse che con il tempo è finito per sfociare in una passione davvero fuori dal comune. La mia posizione ideale è sicuramente supina sul pavimento, sull’asfalto, sulla nuda terra e fondersi con esso o essa, mentre la controparte è una donna sensuale, forte e divertita, che affonda le sue proiezioni, che con convinzione e senza remore si prodiga per donare sofferenza e piacere.
Il film del mio calpestamento potrebbe iniziare con una sneaker e proseguire con ogni calzatura a tacco crescente, per altezza e base. Aggiungiamo qualche scena imprevista con l’uso di calzature speciali, sportive o per usi specifici, che abbiano ruote, lame, chiodi e quant’altro. Non possono mancare le scene di schiacciamento da mezzi di locomozione o di svago, quali motocicli, auto, divani, attrezzi ginnici e ogni mezzo esistente. Potremmo inserire l’uso di strumenti per l’immobilizzazione e lo stritolamento attraverso pinze, molle e strettoie, ancorché l’uso di mani e piedi per poderose dimostrazioni di forza. Mi piace sperimentare e vivere sempre nuove sofferenze, spostare il limite oltre il confine precedente. Il mio lato fetish mi impone di accostare i cinque sensi all’oggetto o alla parte del corpo usata in scena e di interagire copiosamente.
Nella mia vita ho fatto qualche esperienza privata, partecipato in film amatoriali per alcune produzioni editoriali e partecipato a serate a tema organizzate da amici e in ultima anche da amici con il mio coinvolgimento. Abitando in Sicilia mi identifico quasi in una mosca bianca per la forma mentis di questi territori e per il sentire comune della scena BDSM locale, anche se ogni tanto qualcosa tenta di emergere con molta fatica. Quando leggo di realtà lontane dalla mia isola, più vicine al mio mondo, non posso che gioire solo all’idea di poter essere un protagonista, di poter esplodere di soddisfazione e senso di libertà. Nelle mie insignificanti sessioni all’attivo posso permettermi di esternare dei vanti personali per aver ricevuto lusinghieri apprezzamenti provenienti da professioniste, dagli operatori del settore e da persone assolutamente comuni. Ho fatto conoscere la pratica del calpestamento a ragazze, che mai avrebbero pensato potesse esistere, con assoluto successo. Purtroppo queste attività le ho svolte in un periodo della mia vita in cui giravo un po’ l’Italia per lavoro e potevo respirare decisamente un’altra aria. Ultimamente anche nella mia terra sto cercando di allargare il gruppo dei simpatizzanti per il genere Trampling.
Non desisto e mi prodigo nel costruire e comprare attrezzi e oggetti per la mia sofferenza e l’altrui comodità. Il fai da te è una delle mie inclinazioni e non bado a tempo e spesa pur di arrivare allo scopo. Il passo successivo sarebbe quello di poter usare questi strumenti con voi.
Ho voluto costruire questo spazio web, non il primo per la verità, per avvicinare tutte le persone che vivono questa passione o che vogliono scoprire qualcosa di nuovo e di diverso. Spero di trovare amici e, chissà, qualche occasione nuova per tornare in scena come e più di prima. Regalo questo spazio per parlare e scrivere di quello che ci piace e chiedo serenamente il vostro aiuto e contributo per fare crescere questo progetto con nuovi inserimenti e tanta voglia di esserci.

Grazie. POV.